New York vintage: Coney Island.

Se avete in programma un viaggio nella Grande Mela, o se ci siete già stati, ma non l’ avete ancora visitata, vi consiglio di inserire nel vostro planning una puntatina a Coney Island.

Questa zona di New York situata a sud del quartiere di Brooklyn è il posto in cui alla fine dell’ 800 è nato il primo Luna Park (e anche il primo hot dog!). Negli anni Coney Island ha cambiato aspetto diverse volte, ma ancora oggi rimane un luogo di divertimenti e relax.

Coney Island è uno dei tanti volti di New York e per me rappresenta una parte fondamentale del poliedrico carattere di questa metropoli. Ne avevo già parlato qui, dedicandole qualche riga ed inserendola tra le cose che ho amato di più delle bellezze di New York.

Coney Island mi ha incantata. Bastano solamente venti minuti di metro da Manhattan per raggiungerla eppure sembra di essere in un’ altra città. E’ vero: New York cambia umore e aspetto di quartiere in quartiere, ma non mi sarei mai immaginata di respirare un’ aria così “familiare” dall’ altra parte del mondo.

In realtà il periodo dell’ anno in cui l’ho visitata è un momento in cui Coney Island non è al suo massimo livello di frenesia. Ma non è necessariamente un male. Io ci sono stata ad Aprile ed infatti tutte le giostre erano ancora chiuse. Essendo una delle prime giornate di sole, New York stava incamminandosi verso il disgelo e parecchi newyorkesi si godevano la spiaggia insieme a noi ed ai gabbiani.

Si respirava un’aria un po’ melanconica tra tutte quelle ferraglie ferme e in disuso. Un po’ come Rimini che in primavera, quando tutto scorre lentamente, si prepara già all’assalto estivo dei turisti. Lontano dal traffico e dalla frenesia di lavoratori in ritardo e sempre di corsa, in questo angolino di New York, ho visto sorrisi e volti distesi, rilassati.

Mentre famiglie e coppiette camminavano sul lungomare o sedevano gustandosi un hot dog da Nathan’s, io cercavo di immaginare come dev’essere questo posto al top della sua attività. Perchè in realtà Coney Island mi fa pensare un po’ all’ America di una volta, dove il passato si sente ancora fortissimo. Ci sono ancora pochi, piccoli angolini disseminati nella New York di oggi, in cui si respira l’ aria di un tempo e Coney Island è decisamente uno di questi. Tra le modernità e i tanti cambiamenti a cui è andata incontro, è possibile immaginarla negli anni ’50 o addirittura nei primi del Novecento, quando ancora tutto era in costruzione.

Mi piacciono un sacco le foto d’epoca: sono dei preziosi tesori che ci riportano indietro nel tempo. Quando sono tornata a casa ho cercato delle immagini della vecchia New York e quelle di Coney Island sono tra le mie preferite. Rovistando tra le varie foto vintage su web, ho scoperto che esiste un Coney Island History Project (senza conoscerlo, l’avevo anche fotografato, catturata dai suoi colori), che organizza dei tour a spasso per la penisola. Ad organizzarli è un ente no-profit che si interessa di promuovere la particolare bellezza di questa zona tramandandolo nel tempo. Un po’ come le fiabe che si lasciano in eredità da nonno a nipote. Questo è il link al sito dell’ organizzazione.

Queste passeggiate sono previste nel primo pomeriggio di ogni sabato e domenica di tutto l’anno, condizioni atmosferiche permettendo. Quando tornerò a New York voglio fare in modo di non perdermi assolutamente questo tour per sentire la storia di Coney Island raccontata da chi l’ ha vissuta.

Annunci

7 pensieri su “New York vintage: Coney Island.

  1. Ciao Ila,
    Splendido post!
    Le foto sono stupende e adoro il tuo modo di scrivere!
    Purtroppo non ho avuto il tempo di andare a coney island ma NY è cosi immensa che a qualcosa ho dovuto rinunciare.
    Ma nevermind… Tornerò per recuperare 😘

    Mi piace

  2. Ciao Ilaria,
    anche a me Coney Island è piaciuta tanto ed è vero: ti catapulta in una New York d’altri tempi, autentica e diversa da come siamo abituati ad immaginarla. Hai fatto un giro sulla ruota panoramica? Io si.. bellissima vista sull’oceano quando si sale su ma poi.. sono morta di paura!

    Liked by 1 persona

  3. Pingback: La mia New York in cinque scatti | Just Read The World

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...