Londra low cost: vedere la città in tre giorni seguendo un itinerario “a zone”

La settimana scorsa mi è stato chiesto di creare un itinerario mirato per vedere il meglio di Londra avendo a disposizione solo tre giorni.
Londra è ricca di posti, attrazioni, attività e persino locali a cui vale indubbiamente dedicare del tempo, durante la propria visita.

Ho cercato quindi di organizzare questo programma di viaggio dividendolo in tre zone diverse, una per giorno. Questo perché Londra ha delle dimensioni considerevoli e se non ci si organizza limitando al minimo gli spostamenti da una parte all’ altra della città, sarà più il tempo perso sui bus e sulla tube rispetto a quello che realmente avrete a disposizione per vedere quello che vi interessa.

Ovviamente sarà difficile fare tutto quello che ho raccolto in questo itinerario per Londra, se intendete farlo in modo approfondito. Rimane comunque a mio avviso, un punto di partenza, una bozza, che potrete modificare a vostro piacimento, decidendo la quantità di tempo da dedicare ad ogni spot, a seconda di quello che incontra di più i vostri gusti.

D’altronde, un viaggio perde tutto il suo significato se si limita ad essere un elenco di attrazioni turistiche ed un elenco di cose da spuntare. Lasciatevi guidare quindi da quello che vi ispira maggiormente, tenendo il buono di questo itinerario e lasciando stare il resto.

Giorno 1

Cominciate la vostra visita di Londra partendo dall’ House of Parliament e Westminster Abbey, di prima mattina. Se siete fortunati, troverete qualche raggio di sole ad illuminare questa zona della città che, a mio avviso, di mattina da il meglio di sé.
Incamminatevi poi lentamente verso Buckingham Palace per assistere al famoso e scenico Cambio della Guardia. Qui, il link al sito del governo per verificare i giorni esatti in cui si tiene l’evento, e tutte le indicazioni del caso.

Dopo il Cambio della Guardia procedete verso Piccadilly Circus, e da lì continuate passeggiando su Oxford Street e Regent Street. Su queste due vie, le principali arterie di Londra, ci sono i più bei negozi in assoluto. Potete quindi pranzare con del sushi al volo al Japan Centre, uno dei posti che adoro di più di questa città. Questo piccolissimo centro commerciale propone cibo giapponese da asporto in modalità fast food. E’ possibile servirsi in autonomia, pagare e consumare il proprio pasto su uno dei tavoli posizionati a fianco della cucina a vista. Inoltre, nella parte posteriore del negozio, si trova la vendita al dettaglio di ingredienti d’ importazione e chincaglierie varie (tra cui ventagli e bento box!). Delizioso.

20131129-134905.jpg

Piccadilly Circus

Tra Oxford Circus e Leichester Square, le due fermate della tube, si estende il bellissimo e caratteristico quartiere di Chinatown. Un giro in questa parte di Londra è d’obbligo, soprattutto se capitate nella City sotto il periodo dei festeggiamenti del Capodanno cinese.
Approfittatene comunque per mangiare in uno dei ristoranti asiatici che offre questa parte della città.

20131129-134910.jpg

Cibo asiatico a Chinatown

Giorno 2

Iniziate la giornata con il mercato di Portobello Road, a Notting Hill. Questa è una delle tante zone di Londra che difficilmente non apprezzerete.

20131129-134916.jpg

Portobello Road Market

Scendendo poi verso nord, (con la metro, in questo caso) potete dedicare un po’ di tempo al museo delle cere Madame Tussaud’s (a me questo museo non ha detto molto, in generale, ma potrebbe essere un modo carino di passare un paio d’ore se non siete a corto di tempo nel vostro viaggio).
Spostandovi di qualche fermata più a nord troverete Hyde Park, il parco londinese che ospita The Serpentine: un laghetto con anatre e cigni. Concedetevi una passeggiata rilassante immersi nel verde, soprattutto se c’è il sole la apprezzerete. Fate poi in modo di uscire dal parco trovandovi sul lato di Harrods.

Come dice uno degli slogan di Harrods, in questo lussuoso mall potete trovare tutto “from a pin to an elephant” (dallo spillo all’elefante). E per chi se lo stesse chiedendo: sì, ad Harrods è davvero stato venduto un baby elefante in passato.
Nonostante questo posto sia enorme, pieno di turisti e perdersi al suo interno sia facile, niente paura: potete cercare di orientarvi con una delle Store Map che troverete disponibili dentro il mall. Inutile dire che, date le dimensioni, non riuscirete a vederlo tutto in un giorno. Ma vi assicuro che nonostante sia diventato una delle icone di richiamo turistico di Londra, Harrods riuscirà a sorprendervi in qualche modo.
Ricordo ancora il reparto giocattoli (che sembra un mondo incantato), lo spazio dedicato ai pet (con tanto di scenografici costumi per i vostri animali domestici), un reparto profumeria che sembra un angolo di paradiso (dai toni bianchi e neri con cascate di cristalli dal soffitto), ma soprattutto lo spazio dedicato al cibo.

20131129-134858.jpg

Harrods food corner

Dal formaggio francese alle ostriche, al cioccolato belga, le caramelle, i fiori freschi, i prodotti di pasticceria, gli zuccheri aromatizzati e i tè: un luogo che sembra pensato per gli amanti del cibo e degli ingredienti ricercati. Unico lato negativo: i prezzi!

20131129-134852.jpg

Tè in vendita ad Harrods

Giorno 3

Il vostro terzo giorno può iniziare gironzolando tra le stravaganti ed eccentriche bancarelle del mercato di Camden Town. Questo particolare mercato propone alcune cose interessanti: dalle t-shirt irriverenti alle stra-acquistate tazze “keep calm”, ai gadget e souvenir, ai monili artigianali.
Se la visita di Camden Town vi porta via tempo ed arrivate all’ora di pranzo, potete mangiare in uno dei food stalls nell’ area riservata al cibo. Cucina marocchina, indiana, messicana, cinese, tibetana: ce n’è per tutti i gusti. Potrete assaggiare del buon cibo di strada a prezzi contenuti.

20131129-134843.jpg

Camden’s Lock

20131129-134823.jpg

Camden Town Market

Nel primo pomeriggio dirigetevi al Tower Bridge (questa volta la metro è obbligatoria perché dovete spostarvi a sud-est di Londra). E dopo averlo attraversato, potete dedicarvi alla visita di Tower of London, con i Beefeaters e i Gioielli della Corona. L’ ingresso alla Tower of London non è proprio cheap, ma penso possa valerne la pena se volete respirare per un paio d’ore aria della Londra regale.
Subito fuori dalla Tower troverete numerosi piccoli pub che propongono hamburgers e patatine o fish and chips per sole cinque sterline.

Infine, se volete vedere Londra da un diverso punto di vista, non potete perdere la ruota panoramica London Eye, che vi regalerà una vista mozzafiato sulla capitale inglese. Io ho sempre preferito salirci al crepuscolo, arrivando persino a calcolare l’orario in cui il sole sarebbe tramontato ed ordinato il biglietto di conseguenza. È affascinante comunque anche di sera con la City illuminata da mille luci. Insomma, a mio parere, vale il costo del biglietto.

20131129-134834.jpg

Vista dalla London Eye

Una piccola tip se pensate di visitare sia Madame Tussaud’s che salire sulla London Eye, vi conviene comprare i biglietti per entrambe le attrazioni su internet. Infatti è prevista una combo speciale Museo delle Cere + London Eye che vi permetterà di risparmiare molte sterline. Ecco il link al sito dove potrete acquistare i biglietti.
Tra l’altro, vi conviene comunque prenotare e comprare i biglietti della London Eye su internet in modo da saltare la fila!

Questi miei consigli su cosa vedere a Londra in tre giorni sono ovviamente fondati sulla mia esperienza dei miei viaggi in questa città che adoro e che ogni volta non manca di stupirmi. Ci sono mille cose che valgono la visita e che non ho nemmeno nominato. Se avete poco tempo e il vostro progetto è quello di un viaggio low cost in una città che non ha per niente la fama di esserlo, allora questo itinerario può fare al caso vostro.
Una cosa che amo di questa città è che quasi tutti i musei sono ad ingresso libero! Sì, avete capito bene: i migliori musei di Londra sono gratis! (anche se un’offerta di due sterline è altamente consigliata).

E secondo voi? Quali sono i luoghi imperdibili in un viaggio a Londra?

Annunci

3 pensieri su “Londra low cost: vedere la città in tre giorni seguendo un itinerario “a zone”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...