Essaouira. La Bianca.

Una meta facilmente raggiungibile in giornata, se avete scelto Marrakech come vostra base, è Essaouira: un’ antica città marocchina situata sulla costa atlantica.

Da Marrakech, con una spesa di circa 20euro, è possibile prenotare un viaggio a/r sul bus veloce che in circa 2 ore e mezzo vi farà raggiungere la meta.

Medina

La Medina. Attraverso i palazzi e le vie sgretolate dal tempo, si può ancora ben distinguere l’ antico fasto che ha caratterizzato Essaouira, un tempo. Non a caso, la sua medina è stata dichiarata  Patrimonio Mondiale dell’ Umanità dall’ UNESCO.  Si susseguono in un dedalo i vicoli di un candido bianco, colore che predomina e da cui deriva il soprannome di questa città: “Essaouira, la bianca”. Qualche raro accenno di blu dei portoncini di legno intagliato, interrompe il pallore dei vicoli polverosi e parzialmente disabitati.

Essaouira

Il Souk della medina di Essaouira ricorda solo in parte quello delle altre cittadine del Marocco: molto più piccolo e raccolto e lontano dalla confusione del turismo di massa; tutto in questo posto procede ad un ritmo rallentato. Bancarelle di spezie dai vivaci colori si alternano a mercanti di tappeti e boutique di lampadari.

Souk

Il porto. Attraversando le strette mura del souk si arriva al punto in cui la città si apre e sbocca sull’Oceano. Fino al primo pomeriggio sarà possibile assistere ad una sorta di mercato del pesce: i pescatori esibiscono il risultato della loro mattinata in mare e sopra di loro, una nuvola di gabbiani gracchianti attendono gli scarti. Uno spettacolo affascinante ed arricchito dal rumore dell’ Oceano che fa da sottofondo.

Fisherman

Barche nel porto

La biblioteca.  La biblioteca di Essaouira è una perla incastonata tra i vicoli di questa città: avventuratevi all’ interno e non ne rimarrete delusi. Come la maggior parte delle costruzioni marocchine ha un chiostro al suo centro e una terrazza percorre circolarmente la parte interna del piano rialzato.  Quando ci siamo stati noi, proprio su questa terrazza era stata allestita una mostra fotografica sulla città.

Biblioteca di Essaouira

Al pian terreno una grande stanza raccoglie tutti i pochi volumi presenti nella biblioteca. Quello che mi ha colpita è stato l’ampio spazio dedicato ai volumi sulla religione: non solo quelli di cultura islamica, ma anche saggi sul dialogo tra le religioni. Un ampio tavolone di legno intagliato, circondato da poltrone di velluto lilla invogliavano a sedersi ed immergersi nella lettura.

Peccato non conoscere il francese.

˜˜˜

Essaouira. The white city.

A daytime destination easily accessible from Marrakech, is Essaouira: an old Moroccan city located on the Atlantic coast.

From Marrakech, with 20euros, you can book a round trip ticket on the bus that in about 2 and a half hours will bring you there.

Medina. Through the crumbling buildings and streets, it’s still possible distinguish the ancient splendor that characterized Essaouira, in the past. Infact, this medina was declared a World Heritage Site of Humanity  by UNESCO. Lots of alleys white painted, gives to this city her moniker “Essaouira the white city”. An occasional hint of blue doors made in carved wood, interrupt the pallor of this dusty alleys,  just partially inhabited.

The souk in the medina of Essaouira just barely remembers the ones of other Morocco’s city, this is much smaller and collected and far away from the bustle of mass tourism.  All in this place goes with a slower gait. Stalls of spices brightly colored alternates with carpet and chandeliers boutiques.

The port. Crossing the narrow walls of the souk, the visitor arrives where the city opens up and flows into the ocean. Until early afternoon, you will be able to see a sort of fish market: the fishermen exhibits the results of their morning work, and above them, a cloud of cawing seagulls waiting wastes of fish. A fascinating show, enriched by the sound of  Ocean in the background.

The library. The library of Essaouira is a pearl among the narrow streets of this city; if you venture inside this place I promise, you will not regret. As most of the Moroccan constructions, the library has a cloister at its center and a terrace circularly along the inner part of the raised floor. When we were there, on this terrace was organized a photographic exhibition about Essaouira.

On the ground floor, a large room contains all of the few books that you can find in the library. The large space dedicated to books about religion astonished me: not only those about Islamic culture, but also essays on the dialogue between religions. A large wood carved table, surrounded by velvet lilac armchairs , invites the visitor to sit down and immerse himself into reading. Unfortunately, we don’t know French language!

Annunci

8 pensieri su “Essaouira. La Bianca.

  1. Pingback: Andare per mercati: un viaggio sensoriale nel centro storico di Bologna | Just Read The World

  2. Pingback: FotoPost: Marrakech attraverso i miei occhi | Just Read The World

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...